Blockchain: potrà contribuire a migliorare la distribuzione di contenuti HD-4K su Internet ? [NEWS]


La maggior parte di noi considera Internet come un bene primario, di utilizzo quotidiano, del quale non possiamo più fare a meno. Utilizzare i social media, leggere i più disparati siti di notizie, utilizzare i motori di ricerca, guardare i nostri programmi TV preferiti su Netflix o farci guidare da Google Maps sono attività divenute abituali. Le nostre vite sono ormai in gran parte “digitali” grazie alla disponibilità di un sempre crescente numero di servizi, ma a differenza di quanto molti potrebbero pensare la stessa Internet, la “rete delle reti”, sta facendo fatica a tenere il passo della rivoluzione digitale in corso, la sua struttura globale è già oggi afflitta da significativi problemi che ostacolano il suo stesso sviluppo.

In questo articolo ci occuperemo del problema della distribuzione massiva di contenuti ad alta ed altissima definizione (HD, 4K, VR, AR, ecc.) verso un pubblico sempre crescente vedendo come funziona una possibile nuova soluzione (il NOIA Network) basata su tecnologia “Blockchain“, la stessa su cui si basano tutte le “criptomonete” (compresa la più famosa, il Bitcoin).

Il problema: l’attuale infrastruttura di Internet è inadeguata

Poiché il consumo complessivo di contenuti online è in costante vertiginoso aumento (ed è previsto che cresca di 4 volte nei prossimi anni) l’attuale infrastruttura di Internet non sarà in grado di soddisfare le esigenze di tutti, il rendere disponibili contenuti ad alta definizione ad un pubblico globale di spettatori sempre crescente è già oggi un serio problema.

Leggi tutto “Blockchain: potrà contribuire a migliorare la distribuzione di contenuti HD-4K su Internet ? [NEWS]”

John Giannandrea, capo dei settori Ricerca e Intelligenza Artificiale di Google, passa alla Apple [NEWS]


La Apple non sta certamente facendo un segreto del fatto che sta assumendo in modo aggressivo al fine di rafforzare le sue squadre di Siri e di Intelligenza Artificiale. Le grandi aziende tecnologiche stanno infatti facendo grandi investimenti nell’IA e la Apple, che sicuramente non vuole restare indietro a nessuno, ha assunto oggi John Giannandrea, ex capo deli settori ricerca e intelligenza artificiale di Google.

La notizia delle dimissioni di Giannandrea da Google è stata inizialmente riportata dal New York Times, con la Apple che ha successivamente confermato che siederà a capo dei settori machine learning ed IA dell’azienda con l’obiettivo di migliorare i servizi attuali e realizzarne di nuovi.

Leggi tutto “John Giannandrea, capo dei settori Ricerca e Intelligenza Artificiale di Google, passa alla Apple [NEWS]”

Android – Come correggere l’errore “Dispositivo non certificato da Google” [GUIDA]

Da qualche giorno Google ha iniziato a inibire l’installazione di app e servizi tramite il Play Store ai dispositivi Android non certificati. Ciò significa che app come Gmail o Google Maps saranno fuori dalla portata di chiunque utilizzi un dispositivo non certificato e, sebbene si possa pensare che ciò si applichi solo a hardware costruito da anonimi marchi cinesi, purtroppo include anche tutti i dispositivi che portano il marchio Amazon Kindle/Fire.

Se quindi avete un dispositivo che presenta l’avviso “Il dispositivo non è certificato da Google” non disperate, le vostre opzioni sono limitate, ma ciò non significa che siano inesistenti.

Per iniziare controlliamo se il vostro dispositivo è certificato o meno. È un processo semplice: Leggi tutto “Android – Come correggere l’errore “Dispositivo non certificato da Google” [GUIDA]”

“Cosa comporta la privacy” in un attualissima intervista di Steve Jobs del 2010 [NEWS]


Steve Jobs ha fatto nella sua vita molti grandi discorsi ed è stato senza dubbio un visionario che, raccontandoci il suo punto di vista sul mondo, molto spesso ci ha stupito anticipando gli eventi. Come in questo caso !

Ma rinfreschiamoci le idee sul tema in questione prima di commentare la sua intervista del 2010: Facebook si è trovata coinvolta nella più grande violazione della privacy sin dalla sua fondazione da quando la Cambridge Analytica, società specializzata in ricerca ed analisi dati, ha illecitamente raccolto informazioni di milioni di utenti e dei loro amici negli Stati Uniti  utilizzandoli per influenzare gli elettori indecisi durante le elezioni di Donald Trump. Questi dati comportamentali sono stati raccolti attraverso una app di quiz che ha sfruttato le autorizzazioni piuttosto “ampie” consentite da Facebook.

Ora, dopo questo incredibile scandalo sulla privacy che è esploso negli ultimi giorni, rivediamo il video tratto dall’intervista di Jobs alla conferenza D8 del 2010.

Leggi tutto ““Cosa comporta la privacy” in un attualissima intervista di Steve Jobs del 2010 [NEWS]”

Digital Transformation: comprendere la tecnologia Blockchain sviluppandone un esempio [GUIDA]


La “Digital Transformation” sta pervadendo sempre più ogni aspetto del nostro quotidiano introducendo costantemente nuovi servizi, nuovi software, maggiore efficienza, miglior operatività e riduzione dei costi. Ma cos’è di preciso la “Digital Transformation” ? Sicuramente non è solo un ridisegnare e migliorare i processi che governano il business utilizzando una combinazione di nuove e diverse soluzioni tecnologiche, ma è anche e sopratutto un nuovo approccio culturale al business per fare convergere molteplici forze digitali dirompenti e affrontare i cambiamenti tecnologici che al giorno d’oggi sono più rapidi di quanto non lo siano mai stati, impattano milioni di persone, cambiano lo status quo e, di fatto, possono portare alla paralisi le aziende impreparate a seguirla.

In questo articolo inizieremo ad affrontare il tema a partire dalla comprensione di una delle nuove tecnologie che stanno alimentando la Digital Transformation (insieme a diverse altre che affronteremo di volta in volta in altri articoli di approfondimento), la “Blockchain“, tecnologia su cui si basano tutte le “criptomonete” (compresa la più famosa, il Bitcoin). Il suo funzionamento non è semplice, in rete sono disponibili alcuni video complessi da seguire, diversi tutorial alquanto “rognosi” e, cosa più frustrante in assoluto, troppo pochi esempi…

Ma ecco una possibile alternativa: proviamo a seguire passo passo lo sviluppo di un esempio di  Blockchain, processo che, affrontando il tema dal punto di vista della scrittura del codice, ci porterà inevitabilmente a comprendere i vari aspetti ed elementi del modello implementato.

Se seguirete fino al termine questo articolo (liberamente tradotto dall’articolo  “Learn Blockchains by Building One” di Daniel van Flymen sul sito hackernoon.com) avrete realizzato una  Blockchain funzionante ed avrete acquisito una conoscenza di base dei suoi elementi ! Leggi tutto “Digital Transformation: comprendere la tecnologia Blockchain sviluppandone un esempio [GUIDA]”

Siamo di nuovo qui… e vogliamo il vostro aiuto !

weareback
Dopo un (troppo) lungo periodo di assenza siamo di nuovo qui, pronti a riprendere le attività con notizie ed aggiornamenti su tecnologia, telecomunicazioni, news ed ogni altro tema che susciterà la vostra e la nostra curiosità !

Ma c’è di più ! Ora stiamo cercando grafici per rivedere il tema del sito, blogger/redattori per estendere l’ambito di interesse dei nostri articoli, oltre ad avere in piano nuovi progetti di cui vi parleremo a breve !

Non esitate a contattarci utilizzando la pagina “Contatti” del nostro sito !

iOS 11.2.1 / 11.2: Untethered Jailbreak effettuato con successo su iPhone X


Gli sviluppatori di “Alibaba Pandora Labs” hanno annunciato di aver effettuato con successo l’untethered jailbreak di iOS 11.2.1 / 11.2 su un iPhone X. Il jailbreak, presentato da Song Yang, installa correttamente Cydia e consente di effettuare il reboot del telefonino senza problemi proprio come ci si aspetterebbe da un untethered jailbreak, ma c’è una controindicazione… la Società non ha intenzione di rilasciarlo pubblicamente.

Leggi tutto “iOS 11.2.1 / 11.2: Untethered Jailbreak effettuato con successo su iPhone X”

Gooligan: un malware Android che sta infettando più di 13.000 dispositivi al giorno [NEWS]

android-malware-apps-play-storeE’ stato recentemente individuato un nuovo malware Android soprannominato Gooligan che sta infettando più di 13.000 dispositivi al giorno. L’effetto sui device colpiti è l’utilizzo improprio dell’account Google dell’utente per installare applicazioni dal Play Store e lasciare commenti fasulli.

Ecco cosa è necessario sapere:

Leggi tutto “Gooligan: un malware Android che sta infettando più di 13.000 dispositivi al giorno [NEWS]”

State esaurendo la memoria del vostro iPhone ? Ecco due metodi per rimediare ! [GUIDA]

iphone7
Basta cancellare filmati, foto o applicazioni dai vostri dispositivi ! I due metodi descritti di seguito, il primo semplicissimo ed “empirico”, il secondo più puntuale, ma un po’ più complesso, vi consentiranno di utilizzare al meglio tutto lo spazio disponibile del vostro iPhone o iPad eliminando i file temporanei/le cache liberando risorse.

Ma vediamoli entrambi in dettaglio:

Leggi tutto “State esaurendo la memoria del vostro iPhone ? Ecco due metodi per rimediare ! [GUIDA]”

Attenzione: un video può mandare in blocco tutti gli iPhone ed iPad ! [NEWS-GUIDA]

ios-skull-main
Utenti iPhone ed iPad, sopratutto voi che andate sempre alla ricerca di nuovi filmati in giro per la rete, prestate attenzione !! E’ stato identificato un link ad un video che può causare il crash o il freeze di tutti gli iPhone ed iPad con qualsiasi versione di iOS !! Ma per fortuna è stata anche già identificata la fix !

Coloro che amano stare al passo con la tecnologia e seguono regolarmente le news probabilmente ricordano che ci sono stati in passato un certo numero di bug nelle applicazioni di messaggistica che, utilizzati in modo malevolo, hanno causato diversi mal di testa agli utenti iOS. Ma la Apple è sempre stata molto rapida nell’intervenire per correggere i problemi. Questa volta a quanto pare c’è una nuova sfida per gli ingegneri della Mela: è stato scoperto che uno specifico video malevolo su YouTube è in grado di causare il crash o il freeze di tutti gli iPhone ed iPad con qualsiasi versione di iOS, blocco che per essere eliminato necessita di un hard reboot del dispositivo. Infatti una volta che l’utente inizia  a visualizzare il file MP4 in Safari con un iPhone, iPad o iPod touch, il dispositivo inizia a rallentare, a non rispondere più ai comandi, fino ad entrare in uno stato di blocco che lo rende di fatto inutilizzabile. E la cosa peggiore è che l’unica via per uscirne è effettuare un hard reboot.

Leggi tutto “Attenzione: un video può mandare in blocco tutti gli iPhone ed iPad ! [NEWS-GUIDA]”