FAQ: In che modo la chiusura di Cydia Store impatta i dispositivi jailbroken ? [GUIDA]

La settimana scorsa Saurik (Jay Freeman) ha preso la difficile decisione di staccare la spina del Cydia Store. Ma come impatterà questa sua scelta su tutti coloro che hanno un dispositivo jailbroken ? Forse non tanto quanto pensate !

Diversi malintesi stanno infatti causando molta confusione su ciò che sta realmente succedendo a Cydia e su cosa ciò significhi per gli utenti. Se siete alla ricerca di chiarezza in materia allora siete nel posto giusto, questo articolo risponderà a molte delle domande che vi state probabilmente ponendo.

Che cos’è il Cydia Store ?

In breve il Cydia Store è il sistema di pagamento di back-end che ha permesso finora agli utenti di acquistare i jailbreak a pagamento dai repository di default in Cydia, come BigBoss, MacCiti e ModMyi (questi ultimi due sono già stati permanentemente archiviati qualche tempo fa). Non si tratta quindi di Cydia Installer, cioè dell’applicazione Cydia con cui ci si interfaccia ogni giorno.

Cydia smetterà di funzionare ?

La decisione di Saurik di chiudere il Cydia Store non ha nessun impatto sull’applicazione Cydia Installer. Potrete quindi continuare ad usare Cydia per installare/disinstallare/gestire i vostri jailbreak e temi, così come potrete continuare a sfogliare i repository attuali.

Potrò continuare ad acquistare jailbreak ?

Sicuramente si potranno ancora acquistare jailbreak, ma solo da repository di terze parti come Packix, Chariz e Dynastic Repo (per citarne alcuni). Questi repository hanno infatti i loro sistemi di pagamento dedicati che operano al di fuori del Cydia Store.

Ad esempio, se avevate un dispositivo jailbroken con iOS 11, allora vi era già stato inibito l’acquisto di jailbreak dal repository BigBoss perché Saurik non ha mai abilitato gli acquisti su questa versione di iOS. E’ per questo motivo per cui molti jailbreak a pagamento sono già ospitati su repository di terze parti.

Posso installare i jailbreak a pagamento acquistati in passato ?

Saurik ha confermato che l’accesso ai jailbreak precedentemente acquistati sarà mantenuto. Se quindi avete acquistato in passato un tweak a pagamento da BigBoss sarete ancora in grado di accedervi, anche ora che il Cydia Store non funziona più.

Se invece in passato non avete acquistato un jailbreak a pagamento dal repository BigBoss, allora non potrete acquistarlo per la prima volta a meno che lo sviluppatore non sposti il suo pacchetto in un repository di terze parti come Packix, Chariz o Dynastic Repo.

E’ possibile installare jailbreak gratuiti ?

Si, è ancora possibile installare jailbreak gratuiti dal repository BigBoss, così come è ancora possibile scaricare pacchetti dai repository archiviati MacCiti e ModMyi. Questo perché i download gratuiti non sono influenzati dal sistema di pagamento di Cydia Store.

Perchè Saurik ha chiuso il Cydia Store ?

In una delle sue famose e lunghe spiegazioni, pubblicata su /r/jailbreak 
il giorno dell’annuncio,  Saurik ha rivelato che l’equilibrio tra spese ed entrate non era più praticabile da molto tempo e che stava già progettando di interrompere il Cydia Store entro il nuovo anno.

Ma la scoperta di un grave bug nel sistema di pagamento del Cydia Store da parte dello sviluppatore Andy Wiik lo ha spinto a chiuderne prima le porte.

Quale era il bug ?

Dettagli specifici sul bug non sono stati rivelati, ma sappiamo che avrebbe potuto consentire l’acquisto arbitrario di pacchetti dal Cydia Store tramite i conti PayPal degli utenti. Questo nel momento in cui un utente Cydia con un conto PayPal collegato avesse navigato un repository malevolo.

Il Cydia Store ritornerà ?

Visto il graduale e costante declino del suo modello economico non ci sembra che il Cydia Store ritornerà. Saurik ha anche confermato che non vale più la pena di mantenere in piedi il vecchio sistema di pagamento, pertanto disabilitare il Cydia Store è stato per lui un metodo rapido ed efficace per gestire il bug.

Potrò continuare ad acquistare i jailbreak su Cydia ?

Sì, ma in futuro i repository di terze parti avranno tutti i propri sistemi di pagamento. Questo cambiamento riduce la responsabilità di Saurik e contemporaneamente mantiene la possibilità per la comunità di acquistare jailbreak a pagamento.

Come faccio a sapere quali repository di terze parti sono affidabili ?

E’ vero, può essere difficile capire di quali repository di terze parti cui ci si può fidare, ma la seguente lista di repository ritenuti “rispettabili” ed “affidabili” può esservi di supporto:

Packix repository: http://repo.packix.com/
Chariz/HASHBANG Productions’ repository: https://cydia.hbang.ws/
Dynastic repository: https://repo.dynastic.co/
Ryan Petrich’s beta repository: http://rpetri.ch/repo/
SparkDev’s beta repository: http://sparkdev.me/
PoomSmart’s repository: https://poomsmart.github.io/repo/
Delta repository: http://getdelta.co/
CP Digital Darkroom’s repository: https://repo.cpdigitaldarkroom.com/
CreatureSurvive’s beta repository: https://creaturesurvive.github.io/
Karen’s repository: https://cydia.angelxwind.net/
UnlimApps’ beta repository: https://beta.unlimapps.com/
Alfhaily APT repository: http://apt.alfhaily.me/
TheComputerWhisperer’s repository: http://thecomputerwhisperer.github.io/
Tateu’s repository: http://tateu.net/repo/
Alex’s repository: https://leftyfl1p.github.io/
CoolStar’s repository: http://coolstar.org/publicrepo/
CydiaGeek’s beta repository: http://cydiageek.yourepo.com/
LaughingQuoll’s beta repository: http://repo.laughingquoll.net/
JunesiPhone’s repository: http://junesiphone.com/supersecret/
FESTIVAL Development repository: https://festival.ml/repo/
Ivano Bilenchi’s beta repository: https://ib-soft.net/cydia/beta/
Cokepoke’s repository: https://cokepokes.github.io/
NullPixel’s repository: http://repo.nullpixel.uk
Ca13ra1’s beta repository: http://ca13ra1.github.io/repo/
ToxicAppl3’s repository: http://toxicappl3inc.github.io/repo/
Sticktron’s Lab repository: http://repo.sticktron.net/
Rob311’s beta repository: http://cydia.rob311.com/repo/

Ma ricordate sempre: non aggiungete in Cydia repository di terze parti non verificati. L’installazione di pacchetti da questi repository comporta sempre un rischio maggiore di incappare in un malware !

Inoltre, pur fidandoci degli sviluppatori che abbiamo incluso in questa lista, dobbiamo comunque avvertirvi dei potenziali rischi impliciti nell’affidarsi a repository Cydia di terze parti: a differenza dei repository predefiniti di Cydia le alternative di terze parti molto spesso non hanno un adeguato processo di approvazione che filtri i pacchetti spazzatura/dannosi dal resto del sw. Detto questo, se aggiungete questi repository ed installate pacchetti, procedete sempre a vostro rischio e pericolo. Siete stati avvertiti !

Ricordatevi infine di diffidare sempre dei repository che dichiarano di offrire gratuitamente jailbreak a pagamento o che siano stati segnalati dalla comunità come “repository di pirateria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.