Blockchain: potrà contribuire a migliorare la distribuzione di contenuti HD-4K su Internet ? [NEWS]


La maggior parte di noi considera Internet come un bene primario, di utilizzo quotidiano, del quale non possiamo più fare a meno. Utilizzare i social media, leggere i più disparati siti di notizie, utilizzare i motori di ricerca, guardare i nostri programmi TV preferiti su Netflix o farci guidare da Google Maps sono attività divenute abituali. Le nostre vite sono ormai in gran parte “digitali” grazie alla disponibilità di un sempre crescente numero di servizi, ma a differenza di quanto molti potrebbero pensare la stessa Internet, la “rete delle reti”, sta facendo fatica a tenere il passo della rivoluzione digitale in corso, la sua struttura globale è già oggi afflitta da significativi problemi che ostacolano il suo stesso sviluppo.

In questo articolo ci occuperemo del problema della distribuzione massiva di contenuti ad alta ed altissima definizione (HD, 4K, VR, AR, ecc.) verso un pubblico sempre crescente vedendo come funziona una possibile nuova soluzione (il NOIA Network) basata su tecnologia “Blockchain“, la stessa su cui si basano tutte le “criptomonete” (compresa la più famosa, il Bitcoin).

Il problema: l’attuale infrastruttura di Internet è inadeguata

Poiché il consumo complessivo di contenuti online è in costante vertiginoso aumento (ed è previsto che cresca di 4 volte nei prossimi anni) l’attuale infrastruttura di Internet non sarà in grado di soddisfare le esigenze di tutti, il rendere disponibili contenuti ad alta definizione ad un pubblico globale di spettatori sempre crescente è già oggi un serio problema.

Al momento il problema della distribuzione dei contenuti è risolto con l’utilizzo delle Content Delivery Network (CDN), ma anche se questo approccio è oggi efficace considerando la semplicità con cui consente di distribuire i contenuti su scala globale, non risolve tutti i problemi. Le limitazioni più comuni delle CDN sono infatti le seguenti:

  • Costi insostenibili

Offrire contenuti in alta definizione (HD) a un pubblico globale utilizzando le CDN è già oggi molto costoso, ma sarà praticamente impossibile distribuire contenuti in 4K, VR, AR (o altre tecnologie ad altissima definizione) in modo economico. La velocità richiesta per lo streaming di contenuti video HD è circa 8-10 volte inferiore a quella necessaria per i contenuti in 4K e VR. Di conseguenza il fatto che la quantità di dati forniti aumenta proporzionalmente rende irrealistiche le prospettive future dell’utilizzo delle CDN tenendo conto dei prezzi correnti.

  • Disponibilità limitata del servizio

La disponibilità di CDN è limitata anche in paesi ben sviluppati a causa della loro natura centralizzata, ma tali servizi sono praticamente indisponibili nei paesi emergenti dell’Asia, Sud America ed Africa dove il consumo di contenuti Internet sta aumentando rapidamente e la velocità media di banda disponibile agli utenti finali è ancora molto minore rispetto all’Europa o al Nord America.

  • Limitazioni tecnologiche

La notevole crescita dei contenuti che utilizzano intensivamente la banda larga richiede l’applicazione di una nuova tecnologia di trasmissione dati in grado di garantire qualità del servizio, bassa latenza ed efficiente trasmissione dei dati via rete mobile (5G). L’attuale infrastruttura CDN non è decisamente in grado di adattarsi, il che indica la necessità di un’idea innovativa per la distribuzione di tali contenuti su larga scala.

Una soluzione: decentralizzare la distribuzione dei contenuti

La fruizione di contenuti in alta definizione, fortemente influenzata dalla banda disponibile, è un problema serio per molti utenti Internet in tutto il mondo. Al fine di garantire uno sviluppo più equo della rete Internet globale è quindi necessaria una soluzione innovativa e tecnicamente valida, il decentramento della distribuzione dei contenuti lo sarà ?

Ogni dispositivo connesso (ad esempio laptop, tablet o desktop) diventa automaticamente parte dell’intera infrastruttura di Internet: la caratteristica interessante di questa interconnessione è che tutti gli utenti della rete sono in grado non solo di consumare dati, ma anche di condividerli con gli altri utenti. Se quindi un gran numero di persone condividesse la larghezza di banda inutilizzata dei propri computer si verrebbe a creare una rete illimitata per il trasferimento dei dati. E la tecnologia blockchain lo consente. In altre parole ogni persona che utilizza la rete diventerebbe un punto di presenza per la distribuzione di contenuti a livello globale ed il decentramento di tale rete, insieme ad un ampio coinvolgimento di utenti finali, aumenterà significativamente l’efficienza.

Benefici aggiuntivi:

  • L’inclusione di utenti ordinari di Internet aumenterà  considerevolmente il numero di nodi per la distribuzione di contenuti, il che aumenterà anche la stabilità del servizio e migliorerà le sue prestazioni complessive.
  • Il decentramento dell’erogazione dei contenuti e la creazione di una rete globale saranno in grado di integrare anche processi di intelligenza artificiale e di apprendimento automatico, il che contribuirà a definire migliori strategie di routing, ottimizzazioni del caching e previsione della domanda in tempo reale.

Un caso empirico: NOIA Network


Con la tecnologia Blockchain, utilizzando la banda residua di innumerevoli dispositivi connessi globalmente, è possibile realizzare una rete scalabile, meglio distribuita e più efficiente per la distribuzione di contenuti ad alta ed altissima definizione in grado di supportare l’infrastruttura di Internet nella erogazione di contenuti a livello mondiale.

NOIA è un esempio di sistema progettato per funzionare da meccanismo di ottimizzazione della larghezza di banda per l’erogazione  ogni tipo di contenuto Web e fornire un modo di distribuzione online significativamente più efficace e anch’esso decentralizzato.

Con il supporto della Blockchain la consegna dei contenuti diventa autonoma e non ha praticamente limiti in termini di scalabilità. Lo strato di Smart Contracts nella rete di NOIA governa tutte le relazioni tra i diversi attori della rete e definisce il contesto per la creazione ed il flusso del valore al suo interno.

NOIA Token

Il Token NOIA è un token di servizio, conforme agli standard ERC-20, utilizzato per trasferire valore tra i diversi partecipanti alla rete NOIA.

Sue caratteristiche principali:

  • 1 token NOIA rappresenta 5 GB di trasferimento dati, che possono essere utilizzati per servizi di consegna dei contenuti. Il tasso di cambio tra il token NOIA e la quantità di dati trasferiti è definito durante l’offerta iniziale.
  • Al fine di garantire la coerenza dei prezzi e la capacità di prevedere le spese per gli utenti, i servizi NOIA (i prezzi di trasferimento dei dati) saranno definiti in valuta reale almeno per un periodo iniziale. Inoltre i clienti avranno la possibilità di sapere esattamente quanto stanno pagando in valuta reale anche se il tasso di cambio USD / NOIA fluttua.

La tecnologia Blockchain può quindi essere uno strumento particolarmente utile anche per quanto riguarda l’evoluzione di aspetti tecnici all’interno del funzionamento della rete globale. L’istituzione di una rete decentralizzata di nodi potrà aumentare la velocità complessiva disponibile rendendo i contenuti online più facili e più accessibili a tutti, migliorando contestualmente le prestazioni delle diverse piattaforme di erogazione.

Per maggiori informazioni sulla rete NOIA potete visitare il sito  https://noia.network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.